skip navigation
Tutto sulla logistica 20.10.2020
5 min.

Ecco perché dobbiamo dire addio ai viaggi a vuoto

Le borse carichi aiutano a diminuire i costi e le emissioni nocive di CO2

Camion blu e bianco attraversa una foresta verde

Ormai sempre più aziende del settore della produzione e della distribuzione si pongono l'obiettivo di ridurre le loro emissioni di CO2, anche in riferimento al loro comparto logistico. In questo caso, soprattutto con riguardo all’anello del trasporto, la possibilità di evitare viaggi a vuoto grazie ad un matching mirato tra domanda e offerta di trasporti, può offrire a committenti ed operatori logistici e di trasporto un enorme potenziale di risparmio - proteggendo al contempo l'ambiente.


Dal 1990 ad oggi, l'Italia ha compiuto notevoli progressi nella protezione del clima: alla fine del 2018 le emissioni di gas serra erano diminuite del 17% rispetto al 1990. Questo grazie alla crescita di produzione di energie rinnovabili come idroelettrico ed eolico, a discapito delle energie fossili e grazie all’incremento dell’efficienza energetica dell’industria.  Tuttavia, quasi la metà delle emissioni di gas nocivi per l’ambiente è prodotto dai settori di energia e dei trasporti, in particolar modo dal trasporto su strada.
In questo caso, le emissioni di CO2 non solo hanno un impatto negativo sull'ambiente, ma comportano anche perdite economiche. Secondo l'Agenzia europea dell'ambiente (AEA), i danni economici legati al clima ammontano a milioni ogni anno. Per questo, sempre più aziende nel settore della produzione e del commercio si pongono l'obiettivo di ridurre le loro emissioni di CO2. Ecco che anche nella logistica la riduzione delle emissioni è rilevante non solo per la tutela ambientale, ma anche per la riduzione dei costi.

Ridurre costi e CO2

L'azienda italiana GreenRouter vuole fare della misurazione dell’impatto climatico delle catene logistiche una prassi consolidata per tutto il mondo della produzione e della distribuzione.  In qualità di partner di Global Standards One Italy (GS1), per la quale gli sviluppatori italiani hanno approntato lo strumento di calcolo Ecologistico2, Greenrouter punta a migliorare le supply chain delle PMI in ottica di maggiore sostenibilità. In questo senso, assume grande rilevanza l’assunzione dei valori delle emissioni del trasporto merci su strada.

Ad esempio, considerando un camion diesel di classe EURO 6 da 26 tonnellate, Greenrouter ha paragonato i valori di CO2 a pieno carico con quelli emessi durante un viaggio a vuoto. Le emissioni di CO2 per chilometro percorso risultavano essere di 0,9 kg di CO2 a pieno carico e di 0,7 kg di CO2 a vuoto. La cosa non deve sorprendere, in quanto un mezzo che viaggia a pieno carico deve produrre più energia e quindi bruciare più carburante, rispetto ad un mezzo più leggero.

Considerando il sistema trasportistico nel suo complesso, però, le cose cambiano. Infatti, sebbene un camion a pieno carico produca il 25-30 per cento in più di emissioni rispetto a un veicolo che viaggia vuoto, ridurre i viaggi a vuoto per ogni veicolo, comporterà anche una riduzione complessiva del numero di camion circolanti sulle strade, contribuendo, in questo modo, al miglioramento complessivo del bilancio di emissioni nocive nell’ambiente.

Trovare ordini a breve termine per viaggi di ritorno

L'utilizzo delle borse di carichi è economicamente ed ecologicamente sostenibile. Le borse carichi, che vengono anche chiamate borse di trasporto, come ad esempio la applicazione Carichi di TIMOCOM, sono infatti una delle misure più efficaci per diminuire i viaggi a vuoto e quindi ridurre le emissioni di CO2. In questi marketplace del trasporto, committenti e trasportatori possono effettuare un matching online tra camion disponibili e merci da trasportare, anche sul brevissimo termine. Proprio uno studio effettuato da Greenrouter con un trasportatore italiano ha dimostrato come lo sfruttamento di una flotta veicolare possa essere aumentato fino al 30 per cento ed il fatturato fino al 15 per cento. Al contempo, lo studio ha dimostrato che grazie ad una borsa carichi si può ottenere una riduzione delle emissioni di CO2 del 23%. Insomma, grazie all'utilizzo sistematico della borsa di carichi, l'impiego delle risorse è stato ottimizzato in modo redditizio e sostenibile.

Se anche tu vuoi ridurre i viaggi a vuoto dei tuoi camion e migliorare l'ambiente, puoi testare gratuitamente la borsa carichi di TIMOCOM:

Prova ora la Borsa carichi

Trasporto sostenibile e risparmio sui costi

Il trasporto e la logistica sostenibile stanno diventando sempre più importanti anche per tutte le aziende industriali e di distribuzione che vogliono ottimizzare il proprio bilancio ambientale. La riduzione delle emissioni di CO2 a tutti i livelli della supply chain è una questione molto importante, non solo dal punto di vista meramente ecologico. Molte aziende, infatti, hanno posto sostenibilità e tutela dell'ambiente al vertice della loro scala di valori. Utilizzando piattaforme di trasporto digitali, tutti gli attori della catena logistica - committenti dell'industria e della distribuzione, nonché spedizionieri e imprese di trasporto - possono ottenere una riduzione dei costi operativi ed un aumento dell’efficienza nei processi di trasporto. L’ambiente e tutti noi non possiamo che trarre beneficio da una logistica sempre più sostenibile.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Podcast | La borsa carichi: uno strumento basilare anche nel futuro

Tutte le sfide della green logistics

Sostenibilità: quali sono le opzioni per le aziende di trasporti?


Parole chiave

Iscrizione alla newsletter

Tutti i campi contrassegnati con '*' sono obbligatori.

Confermando la registrazione alla nostra newsletter, fornisci automaticamente il tuo consenso alle nostre disposizioni in materia di trattamento dei dati personali.

Iscrizione alla newsletter


I tuoi dati personali (indirizzo e-mail, nome e cognome) verranno utilizzati per l'invio di informazioni via e-mail da parte di TIMOCOM GmbH e trasmessi alla banca dati di SC-Networks GmbH (Ufficio Registro delle Imprese: Tribunale di Monaco di Baviera, numero di registrazione: HRB 14 65 73), Enzianstr. 2 in 82319 Starnberg. SC-Networks GmbH è soggetta alla Legge tedesca in materia di protezione dei dati (BDSG) nonché alle disposizioni di TIMOCOM GmbH.

torna in alto