skip navigation
Tutto sulla logistica 13.10.2020
8 min.

Le sette domande più frequenti sul servizio di recupero crediti nella logistica

Qui ti spieghiamo come funziona e chi si fa carico dei costi.

Una dipendente verifica se tutte le fatture sono state saldate.

Hai già consegnato l'ordine ed emesso la fattura, ma stai ancora aspettando di ricevere il pagamento?

Per trattare con il debitore moroso si potrebbe incaricare un'agenzia di recupero crediti. Sono molti, però, i dubbi e le incertezze legati a questo tipo di servizio. In questo articolo del blog rispondiamo alle sette domande più frequenti.

Contenuto

  1. Quanti solleciti bisogna aver inviato prima di poter ricorrere a un servizio di recupero crediti?
  2. Quali sono i compiti che si assume un'agenzia di recupero crediti?
  3. Come si incarica un'agenzia di recupero crediti?
  4. In cosa consiste la procedura di recupero crediti?
  5. Cosa non è autorizzata a fare un'agenzia di recupero crediti?
  6. A quanto ammontano le spese di recupero crediti?
  7. Chi si fa carico delle spese per il recupero crediti?

I crediti sono immediatamente esigibili, salvo diverse disposizioni contrattuali. Ciononostante, si verificano casi di inadempimento delle obbligazioni di pagamento. I motivi sono di svariata natura, ma le conseguenze sono spiacevoli per tutte le parti coinvolte. Il ritardo scatta dopo 30 giorni dal termine di pagamento pattuito. In qualità di creditore, ora hai la possibilità di compiere ulteriori passi, per es. affidandoti a un'agenzia di recupero crediti. È importante sapere quanto segue:

 

1. Quanti solleciti bisogna aver inviato prima di poter ricorrere a un servizio di recupero crediti?

La direttiva UE prevede che, alla scadenza del termine di pagamento, non è necessario inviare alcun sollecito. Al momento della scadenza, infatti, il committente è immediatamente moroso. A questo punto si potrebbe ricorrere a un servizio di recupero crediti.

Non sarà più necessario inviare un sollecito, ma sarebbe comunque consigliabile per mantenere la relazione di affari. Tuttavia, se anche il secondo sollecito non dovesse portare a una reazione o al pagamento da parte del debitore, si potrebbe considerare di incaricare un professionista per il recupero dei crediti.

 

2. Quali sono i compiti che si assume un'agenzia di recupero crediti?

L'agenzia di recupero crediti verifica la fattispecie per entrambe le parti e agisce da mediatore neutrale, esaminando le prove presentate e fornendo informazioni per stabilire se la richiesta di recupero crediti è concludente.

Inoltre, l'agenzia garantisce una gestione professionale dei crediti dei propri clienti e si occupa della corrispondenza con il debitore. L'obiettivo è quello di chiarire la fattispecie e/o garantire il pagamento dei crediti. Inoltre, su richiesta del creditore, l'agenzia è autorizzata a negoziare metodi di pagamento alternativi.

Il servizio di recupero crediti può attivarsi per la riscossione di denaro. In concreto, significa che può richiedere al debitore di pagare i crediti esigibili. 

 

 

3. Come si incarica un'agenzia di recupero crediti?

È possibile occuparsi autonomamente della riscossione dei propri crediti. TIMOCOM ha scritto un articolo su questo tema, con tre consigli per la gestione dei crediti. Tra questi rientra anche il fatto di contattare personalmente il cliente e sollecitare il pagamento. Tuttavia, sarebbe opportuno rivolgersi a qualcuno che abbia esperienza o, meglio ancora, che sia specializzato in questo tipo di servizi. Al momento della scelta dell'agenzia, le imprese di spedizione e logistica dovrebbero prestare attenzione alle relative informazioni. Nella maggior parte dei casi, la richiesta può essere effettuata senza problemi per posta o compilando un modulo online. Per garantire all'agenzia di recupero crediti di poter svolgere il proprio lavoro, è necessario presentare la documentazione giustificativa del credito, cioè le fatture non saldate, il contratto di trasporto o simili. Una volta presentati questi documenti, il cliente deve confermare la richiesta di recupero crediti, così da consentire al team di recupero crediti di avviare la gestione professionale dei crediti in questione.

 

4. In cosa consiste la procedura di recupero crediti?

Dopo che la conferma d'ordine e tutti i documenti rilevanti sono stati presentati all'agenzia di recupero crediti, questa provvederà a esaminare il caso,

controllando se i documenti sono conformi alla fattispecie. Sono stati davvero superati i 30 giorni dal termine di pagamento? È stato contestato un danno? Una fattura non è stata saldata? Sulla base della documentazione presentata, l'agenzia di recupero crediti verifica l'incontestabilità e legittimità del credito.

 

Successivamente, l'agenzia si mette in contatto con il debitore. Quest'ultimo ha la possibilità di pronunciarsi in merito alla fattispecie e prendere posizione. Può confermare o smentire il credito esigibile e presentare la propria documentazione. Nel quadro della corrispondenza, per esempio, è possibile concordare anche pagamenti rateali o parziali.

 

5. Cosa non è autorizzata a fare un'agenzia di recupero crediti?

Un'agenzia di recupero crediti non è autorizzata a pronunciare una sentenza o esigere un pagamento diretto dal debitore. Può richiedere un pagamento da parte del debitore, solamente nel momento in cui il credito è indiscutibile. Se il credito è giustificato, il debitore è obbligato a pagare al creditore la fattura in sospeso.

Le agenzie di recupero crediti, quindi, godono degli stessi diritti del diretto creditore. Si limitano ad assumersi, per conto del creditore, l'onere della corrispondenza con il debitore. Queste agenzie dispongono di conoscenze teoriche in materia giuridica per poter fungere da mediatori nella fattispecie, ma, comunque, non sono consulenti legali. Nel caso in cui si adiscano le vie legali, l'agenzia di recupero crediti non è coinvolta.

 

6. A quanto ammontano le spese di recupero crediti?

Se un'impresa di logistica decide di avvalersi di una gestione professionale dei crediti, le spese per questo servizio sono limitate. Il calcolo delle spese si basa sul tariffario delle spese legali, che prevede un prezzo fisso. Le spese del servizio sono pari a un valore compreso tra lo 0,5 e il 2,5. Per calcolare tali commissioni si prende come riferimento l'ammontare del credito. Anche in casi gravi o particolarmente complessi, per le spese amministrative viene calcolato un valore massimo di 2,5. Tuttavia, spesso il valore medio è di 1,3. Potrebbe sembrare un calcolo complicato, ma in realtà è semplice e rapido.

 

Esempio: Supponiamo che un servizio di trasporto non sia stato pagato. L'importo della fattura è di 500 euro. Per questo caso di media difficoltà, le spese per il recupero del credito, con un valore di 1,3 secondo il tariffario delle spese legali, ammonteranno a 58,50 euro.

 

7. Chi si fa carico delle spese per il recupero crediti?

Sono molteplici le ragioni per cui una fattura non è stata pagata. Tuttavia, i debitori morosi dovrebbero sapere che il mancato pagamento risulta essere problematico e oneroso per i creditori. Per esempio, la scrittura e l'invio dei solleciti comporta oneri burocratici e finanziari. Il creditore è autorizzato a richiedere al debitore il rimborso dell'intero ammontare delle spese per il recupero dei crediti.

Una direttiva UE chiarisce i diritti e i doveri di creditori e debitori in caso di mancato pagamento di una fattura. In questo articolo del blog di TIMOCOM trovi tutti i dettagli legali per il rimborso delle spese.  È importante conoscere queste informazioni, soprattutto se si opera in un settore così internazionale come quello della logistica.

 

Riepilogo

Le fatture in sospeso, ovviamente, devono essere pagate, soprattutto nel quadro di una relazione di affari basata sulla fiducia. Se dovesse verificarsi un caso di mancato pagamento, è importante conoscere i propri diritti e le opzioni disponibili. Il servizio di recupero crediti è uno strumento utile se si desidera affidare la gestione dei propri crediti a esperti.

 

Dato il carattere fortemente internazionale e multilingue del settore dei trasporti e della logistica, la gestione dei crediti rappresenta una vera e propria sfida per tutti i soggetti coinvolti. A tal proposito, il servizio internazionale di recupero crediti di TIMOCOM si è specializzato nell'assistenza dei propri clienti in tutta Europa, agendo da mediatore neutrale nella relazione con i debitori morosi, in 27 lingue.

 

Informati subito

 

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa fare in caso di fatture esigibili? Scopri quali sono i tuoi diritti e doveri in caso di ritardi di pagamento.

Che cosa fare se il cliente non paga?

Mantenere solida la propria attività: come proteggere l'azienda in tempi di crisi

Iscrizione alla newsletter

Tutti i campi contrassegnati con '*' sono obbligatori.

Confermando la registrazione alla nostra newsletter, fornisci automaticamente il tuo consenso alle nostre disposizioni in materia di trattamento dei dati personali.

Iscrizione alla newsletter


I tuoi dati personali (indirizzo e-mail, nome e cognome) verranno utilizzati per l'invio di informazioni via e-mail da parte di TIMOCOM GmbH e trasmessi alla banca dati di SC-Networks GmbH (Ufficio Registro delle Imprese: Tribunale di Monaco di Baviera, numero di registrazione: HRB 14 65 73), Enzianstr. 2 in 82319 Starnberg. SC-Networks GmbH è soggetta alla Legge tedesca in materia di protezione dei dati (BDSG) nonché alle disposizioni di TIMOCOM GmbH.

torna in alto