skip navigation
25.10.2021

Barometro dei trasporti TIMOCOM: forte crescita dopo la calma agostana

Terzo trimestre 2021: il volume dei carichi a livello europeo supera del 51% il valore dello stesso periodo dell'anno precedente; lieve calo rispetto al secondo trimestre 2021

Volume dei carichi superiore rispetto al 2020

Erkrath, 25/10/2021: il terzo trimestre 2021 va a riconfermare l'andamento positivo sul mercato dei trasporti su strada. Il Barometro dei trasporti di TIMOCOM mostra nuovamente una crescita degli inserimenti di carichi nello Smart Logistics System. I dati provenienti dai 46 Paesi in Europa mettono in luce un considerevole aumento pari al 51% rispetto al terzo trimestre del 2020.

Nel quadro dell'intero andamento annuale, soprattutto il mese di settembre risulta ricco di carichi, con un aumento del 60% rispetto ad agosto. "Anche questo andamento positivo nel mercato interno tedesco in parte è riconducibile all'inizio delle attività di fine anno", spiega Gunnar Gburek.
condividi su:

Forte crescita dopo la stagnazione estiva

L'andamento positivo dei primi due trimestri del 2021 si protrae anche nel terzo trimestre. Dopo un incremento del 58% nei primi tre mesi dell'anno, il secondo trimestre ha registrato una crescita del 251% rispetto ad un debole secondo trimestre del 2020, raggiungendo così un valore di due volte superiore rispetto al livello pre-pandemia. Anche il terzo trimestre riporta una crescita del 51% rispetto allo stesso trimestre del 2020, nonostante un lieve calo rispetto al secondo trimestre del 2021, con circa il 9% di inserimenti di offerte di carichi in meno rispetto al secondo trimestre del 2021.

Dopo un calo del 29% nel mese di agosto rispetto a luglio 2021, a settembre è stato nuovamente registrato un aumento di carichi di circa il 54%, ponendo ufficialmente fine alla lieve stagnazione estiva.

Mercato europeo: il terzo trimestre nel dettaglio

Qui di seguito l'andamento degli ultimi tre mesi in cifre. Dopo un mese di giugno ricco di carichi, a luglio 2021 è stata registrata una lieve contrazione del 6%. Tuttavia, nel mese di agosto gli inserimenti di carichi hanno subito una flessione più significativa pari al 29%. "Si tratta di un andamento puramente stagionale", commenta Gunnar Gburek, portavoce aziendale di TIMOCOM. "Di solito i mesi estivi sono caratterizzati da un calo degli inserimenti di carichi. Soprattutto il mese di agosto rappresenta uno dei mesi più deboli in tutto il mercato europeo. Più importante è l'andamento che continua ad essere positivo rispetto al 2020, così come l'aumento auspicato e concretizzatosi nel mese di settembre". Il Barometro dei trasporti, infatti, mostra come il trasporto di merci su strada si sia ripreso in questo mese, registrando un aumento del 54% delle offerte di carichi rispetto al mese precedente. Rispetto a settembre 2020, è stato registrato un incremento del 33%.

Mercato tedesco in linea con la media europea

Le cifre dell'ultimo trimestre relative al mercato tedesco sono in linea con l'andamento delle offerte di carichi in tutta Europa. Nonostante il volume di carichi abbia subito una contrazione del 18% rispetto al secondo trimestre, nel terzo trimestre del 2021 è stato registrato un aumento significativo degli inserimenti di carichi rispetto allo stesso periodo del 2020, più precisamente del 47%. Considerando i singoli mesi del terzo trimestre, sono stati registrati i seguenti valori rispetto agli stessi mesi del 2020: +105% a luglio, +34% ad agosto, +24% a settembre.

Nel quadro dell'intero andamento annuale, soprattutto il mese di settembre risulta ricco di carichi, con un aumento del 60% rispetto ad agosto. "Anche questo andamento positivo nel mercato interno tedesco in parte è riconducibile all'avvio delle attività di fine anno", spiega Gunnar Gburek.

Mercato italiano: tendenza stagionale confermata, ma al rialzo

Anche nel mercato interno italiano, l'andamento nel terzo trimestre è stato in linea con quanto registrato nei maggiori mercati europei. Ivi il Barometro dei trasporti ha registrato un aumento degli inserimenti di carichi del 53% rispetto allo stesso trimestre del 2020. Ed anche agosto, nonostante il tradizionale calo di offerte legato alle ferie estive è stato più forte del solito  con +48% di offerte di carico inserite rispetto ad agosto 2020).

I principali andamenti nei vari Paesi europei

Si è continuato a registrare un aumento generale delle offerte di carichi da Belgio e Paesi Bassi verso la Germania. In concreto sono stati registrati i seguenti andamenti nel terzo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

  • NL -> DE: Luglio: 276% / Agosto: 100% / Settembre: 110%
  • BE -> DE: Luglio: 388% / Agosto: 169% / Settembre: 121%

Anche il mercato francese ha registrato una crescita significativa nel terzo trimestre del 2021 rispetto al 2020: +32% a luglio, +20% ad agosto, +28% a settembre.

Al contrario, i carichi provenienti dall'Ungheria con destinazione Germania e Romania hanno registrato un forte calo nel terzo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo stesso vale per gli inserimenti di carichi provenienti dall'Austria con destinazione Slovenia. Qui di seguito le cifre relative a questo andamento negativo:

  • HU -> DE: Luglio: 0% / Agosto: +10% / Settembre: -33%
  • HU -> RO: Luglio: -21% / Agosto: -7% / Settembre: -38%
  • AT -> SI: Luglio: -16% / Agosto: -18% / Settembre: -22%

Dilaga la carenza di camionisti in tutta Europa

Secondo quanto riportato da diverse associazioni settoriali europee, la carenza di camionisti in Europa sta aumentando in maniera drammatica. Gli ultimi eventi nel Regno Unito, in cui si è registrata una carenza di oltre 100.000 camionisti, hanno riempito le prime pagine dei media. Anche in Germania l'associazione di settore del trasporto di merci su strada (Bundesverband Güterkraftverkehrt, Logistik und Entsorgung, BGL) avverte che mancheranno fino a 80.000 camionisti sul territorio tedesco; una cifra che è destinata ad aumentare ogni anno. Nei paesi limitrofi, come la Polonia, la situazione è molto simile. Secondo i dati delle associazioni delle aziende di trasporti e logistica, attualmente in Polonia mancano oltre 100.000 camionisti professionisti. "In tutta Europa stiamo assistendo a cali significativi nella disponibilità di mezzi di trasporto, che equivale soprattutto ad una riduzione delle offerte di veicoli. Sulla base di questo andamento, è previsto anche un rincaro dei prezzi di trasporto", commenta Gunnar Gburek.

torna in alto