Nessuna chance per i ladri di carichi

Come difendersi dai criminali

condividi su:
12.04.2016

Erkrath, 12.04.2016 - La criminalità e le pecore nere esistono in tutti i settori. Nell'ambito dei trasporti, si va dalle cosiddette "bande del telone" ai più raffinati cybercriminali, specializzati nel prendere di mira le piattaforme online. Il loro modus operandi prevede il furto di dati finalizzato alla creazione di false identità, con cui trafugare, nei casi più gravi, carichi di alto valore. Tuttavia, così come per la circolazione stradale, anche in rete valgono alcune regole di comportamento che, se rispettate, contribuiscono a prevenire i pericoli. TimoCom, gestore della piattaforma di trasporto più grande d'Europa, fornisce a riguardo alcuni pratici esempi e indica le opzioni cui possono ricorrere le aziende di spedizioni, trasporto e logistica per ridurre al massimo i rischi. Tessere una rete di sicurezza a più livelli e rispettare alcune norme comportamentali riduce notevolmente la sfera di azione dei criminali.

condividi su:

La sfida della sicurezza
Stando ad uno studio condotto dall'Associazione per la sicurezza dei trasporti Tapa (Transported Asset Protection Association), nel 2015 si sono registrati 1.515 furti totali di carichi in Europa, Vicino Oriente e Africa, 832 dei quali solo in Europa. Le nazioni più colpite sono state i Paesi Bassi (436), la Gran Bretagna (165) e la Germania, dove tuttavia il numero di casi denunciati è calato a 97 rispetto ai 285 dell'anno precedente. In 70 casi, le perdite sono ammontate a oltre 100.000 euro, toccando in 5 paesi persino più di 1 milione di euro.

Gli effetti che ne conseguono sono generalmente ancora più pesanti: i ritardi nelle consegne possono causare interruzioni nella produzione, che a loro volta provocano cancellazioni di ordini, danni di immagine e, nei casi peggiori, il fallimento. A tal proposito, le aziende possono limitare tali rischi già in fase preliminare, ad esempio, sensibilizzando i propri collaboratori e adottando contromisure utili. Nel prendere decisioni sulle operazioni quotidiane, la sicurezza non deve mai essere persa di vista. La crescita del traffico merci su strada, infatti, comporta anche un aumento delle attività criminali all'interno del settore. Il Ministero dei trasporti tedesco calcola che il volume di trasporti crescerà entro il 2025 del 27%, pari a 3,5 miliardi di tonnellate.

Controllo delle catene fornitori, eliminazione delle criticità
Mentre prima i furti erano riconducibili a balordi che agivano per proprio conto, ora sono spesso frutto dell'azione di vere e proprie bande organizzate, che creano aziende fittizie da un giorno all'altro e rubano l'identità di ditte rispettabili. Per questo motivo bisognerebbe prestare sempre la massima attenzione a chi, in azienda, ha accesso ai dati sensibili. I responsabili del traffico possono sfruttare le proprie risorse tecniche e organizzative per fornire un supporto mirato ai conducenti e neutralizzare così tali aggressioni. Si consiglia, ad esempio, di prevedere lungo il tragitto dei luoghi di sosta e parcheggio sicuri. I dettagli del carico e del tragitto dovrebbero essere a conoscenza solo del conducente, dell'ufficio traffico e della dirigenza.

Borse di carico: qui le parole d'ordine sono integrità e obbligo di diligenza
La stessa prudenza vale anche per l'uso delle piattaforme online. La stabilità tecnica e la facilità d'uso non sono più gli unici fattori che orientano la scelta di una borsa di carichi e mezzi. Ugualmente importante è il livello di sicurezza del gestore della piattaforma. TimoCom, fornitore di servizi IT, è presente sul mercato da quasi 20 anni con la sua affermata piattaforma di trasporto. Il segreto di questo successo è legato, non da ultimo, al fatto che gli utenti si sentono in buone mani. L'azienda, infatti, offre un'ampia protezione grazie a misure integrate e una rete di sicurezza a più livelli. In ogni caso, gli ordini di carico veri e propri vengono regolati al di fuori della borsa, senza ulteriore coinvolgimento di TimoCom. Proprio per questo motivo, l'azienda tedesca è particolarmente impegnata ad informare i propri clienti su possibili pericoli e comportamenti sicuri.

Le regole più importanti per affari sicuri
Grazie alla collaborazione con il Landeskriminalamt Niedersachsen (Ufficio investigativo regionale della Bassa Sassonia), la Verband für Sicherheit in der Wirtschaft Norddeutschland (VSWN) (Associazione per la sicurezza nell'economia della Germania del Nord), la società assicuratrice per l'industria e i trasporti HDI Gerling e Teleroute, altro importante gestore di borse di carico, sono state redatte brochure informative e checklist complete per la prevenzione dei furti, destinate a conducenti, responsabili della gestione del traffico e vertici aziendali. Per maggiori informazioni sul pacchetto sicurezza TimoCom Secure, consultare il sito www.timocom.it alla voce "Sicurezza". Qui è possibile scaricare gratuitamente tutte le checklist e le brochure informative.

torna in alto

Accetto che questa pagina utilizzi i cookie per analisi, contenuti personalizzati e promozionali. Per saperne di più